Sei in un paese meraviglioso: scoprilo…

… agli Uffizi?

No.

…sull’Etna?

No.

…tra i canali di Venezia?

No.

(ehmm…ora ci sono)

…davanti ad una bella pizza margherita?

No.

(…/%/&($()&%al…)

…alcircolinodietrolangolomentremibevounfrizzantinoesentoiboatiperilgoldellanazionaleche

giocaunamichevoleestivakualalumpurcontrolozimbabwe?

No

Mi arrendo.

<<Dai sforzati>> punzecchia la vocina interiore.

Ah…forse…in quest’Area? Si!

autostrada a1, fotografia surreale, nonluogo, bellezze d'italia

Risollevato, vado alla scoperta. Il sole dorme e devo spalancare la vista. Cosa vedo? Un bell’asfalto drenante – non c’è che dire – al di sopra della media: uniforme ed abbastanza ruvido per diminuire lo spazio di frenata. La segnaletica è presente (aspetto non da poco) e ben visibile. L’illuminazione adempie costantemente al suo tenue dovere. Il guard-rail nuovo di pacchia instrada felicemente gli ospiti da una parte e dall’altra, tanto per fare qualcosa. L’albero attende, nostalgicamente, l’arrivo di un uccellino con delle buone nuove. 

Allargo lo sguardo, alla ricerca di un nesso. Timide ombre umane si disegnano nell’umido calore estivo. Un’isola di luce spunta nell’oblio soggiogata dal ronzio dei neon. E mi meraviglio. Dove sei, meraviglia?

– – –

Ricordo quando ho scattato questa foto: una sera di mezza estate, sull’autostrada A1 insieme alla mia compagna, appena valicato il confine umbro a favore di quello laziale. Vediamo questo cartello svelarsi come un lampo sotto i fari della macchina. I nostri occhi fanno eco a quelli di Roger Rabbit e si spiaccicano sul parabrezza. Increduli ed eccitati. Incanalato lo stupore, ci riprendiamo. Incrociamo gli sguardi: dobbiamo sondare questa meravigliosezza. È forse l’inizio del nostro Grand Tour?

Sono affascinato da queste situazioni strambe, mi portano ad astrarre, a scatenare la fantasia. Ed un’insegna con questa scritta posta su un nonluogo d’eccellenza come l’autostrada è un invito coi fiocchi e controfiocchi. Ogni cosa che noi vediamo può essere reinterpretata se vista da altre angolazioni, non è certo una novità. Anche, e soprattutto, in chiave ironica. Perché lo faccio? Perché farcire di onirico la realtà (per me) significa spesso comprenderla.

La campagna di Autostrade Spa non prevede solo questi cartelli, ma altre iniziative atte a sponsorizzare il Bel Paese. Personalmente avrei speso diversamente i fondi della campagna pubblicitaria, ma primo non sono il CEO dell’arteria Spa, secondo non è l’argomento dell’articolo 🙂

(non potendo concludere seriamente…mappperché queste insegne…?)

autostrada a1, bellezza surreale, nonluogo, meraviglie d'italia

4 thoughts on “Sei in un paese meraviglioso: scoprilo…

  1. Perche’ quando le vedi dopo qualche anno d’assenza da quel paese e vieni da un posto che non conosce l’asfalto drenante, il guard rail, l’illuminazione perfetta, la segnaletica e nemmeno la piazzola….ti assicuro che ti pare davvero meraviglioso. Tutto! Anche le insegne…

    Like

    1. Ti posso capire 🙂
      Tieni conto però che le autostrade le paghiamo (care, ogni mese mi partono almeno 50/100 €) ed è il minimo che siano curate. Il problema è quando esci dall’autostrada…escludendo il nord Italia che è messo abbastanza bene, l’asfalto drenante è rarissimo e tutto il resto spesso non presente o funzionante…spesso peggio di altri paesi sulla carta meno ricchi o dei cosiddetti secondi e terzi mondi…
      Per le insegne…per fortuna abbiamo Clet che ce le abbellisce 😀

      Like

Share your thoughts in the comments below! They would be greatly appreciated.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s